spesa

Il gusto di saper scegliere

Pubblicato il: 13 luglio 2016

Le abitudini e ritmi della vita moderna inducono spesso ad alimentarsi con cibi pronti. Gli scaffali dei supermercati sono pieni di offerte invitanti, gustose e soprattutto di rapida preparazione.
Sulle confezioni, così attraenti e promettenti, la legge impone che vi siano anche i riquadri descrittivi degli ingredienti e dei valori nutrizionali. Diamo un’occhiata anche a quelli!

È proprio necessario nutrirsi con alimenti arricchiti di esaltatori di sapidità?

E621 (glutammato monosodico), E631 (inositolo disodico), E327 (guanilato disodico) servono a indurci a mangiare cibi vuoti di nutrienti e dai gusti deboli, aumentando l’eccitabilità del cervello agli stimoli gustativi. Siamo sicuri che per risparmiare un po’ di tempo vale la pena lasciare alterare l’equilibrio dei nostri neuroni, le cui conseguenze sono ancora tutte da scoprire? Parafrasando una vecchia pubblicità “riflettete gente, riflettete!”. E già, come ci invitano ad acquistare gli spot pubblicitari? cosa c’è nei cibi che sono diventati così familiari grazie a campagne pubblicitarie martellanti?Dando un’occhiata le etichette ci troviamo coloranti, acidificanti, conservanti, antiossidanti, emulsionanti, sali di fusione, addensanti, esaltatori di sapidità, correttori di acidità, antiagglomerati, amidi modificati, edulcoranti, agenti lievitanti, antischiumogeni, agenti di rivestimento, di resistenza, umidificanti. Tutti elementi necessari per garantire sicurezza igienica, stabilità e possibilità di lunga conservazione.

Ma abbiamo davvero bisogno di prodotti così mummificati?

È vero che se i salumi insaccati non sono così rossi, proprio di quel bel rosso che ci dà l’idea di fresco e sano e che sei biscotti e crackers non sono proprio croccanti lo so, lo so sono anche accattivanti, pratici, veloci, comodi e soprattutto buoni! Sono presenti anche nella mia dispensa per l’emergenza ma nel quotidiano preferisco prodotti vivi e vitali quelli che garantiscono a me e alla mia famiglia le sostanze base per una vita sana serena ed equilibrata.

SOSTITUISCI I CIBI CONSERVATI CON “CIBO SALUTE”

CIBI DA RIDURRE CIBI DA PREFERIRE
Succhi di frutta commerciali, bibite gassate, bibite zuccherate Succhi di frutta freschi, spremute di frutta e centrifugati di frutta o verdura, tè verde, orzo, te di frutta, o bevande di cereali, tisane
Zucchero bianco Zucchero di canna integrale, miele, malto di cereali
Caramelle e cioccolato di scarsa qualità Frutta secca, noci, mandorle, semi oleosi di zucca e girasole, cioccolata con almeno il 60% di cacao
Farine bianche, semole, fiocchi di cereali industriali Farine complete biologiche ,cereali integrali in fiocchi
Pasta bianca Pasta integrale o trafilata al bronzo ed essiccata a bassa temperatura
Pane bianco Pane completo di farina biologica lievitato con lievito madre
Sale (raffinato) Sale integrale marino. Insaporire i cibi con spezie ed aromi, aglio, basilico, peperoncino, salvia, prezzemolo
Oli non meglio identificati, margarina Olio extravergine d’oliva spremuto a freddo
Grassi vegetali, grassi vegetali idrogenati e grassi animali Olio extravergine d’oliva
Intingoli, salse, soffritti, besciamella, sughi elaborati Olio a crudo aromatizzato, pesto, rucola e noci, pomodoro passato con basilico, aglio e olio
Prodotti industriali di pasticceria contenenti zucchero, margarina, grassi idrogenati Dolci e biscotti di farine complete, dolcificati con miele o malto ed amalgamati con olio extravergine o succhi di frutta o burro
Dadi da brodo contenenti glutammato di sodio Dadi biologici senza glutammato o estrattori disabilità, oppure dadi fatti in casa con brodo di verdura, carne o pesce, molto ristretti e con sale marino integrale, così da poter essere conservati per un po’ di tempo in frigorifero.

 

Condividi con chi vuoi